Collegarsi a un host dietro NAT senza il port forwarding: ngrok (servizio gratuito di reverse tunnel)

Per permettere a un server l’esposizione delle proprie porte su internet, questo server necessita di un IP publico. Oppure di un IP privato, se il router sa dove instradare le connessioni in ingresso. Volendo realizzare un server che dispone di IP privato, non avendo la possibilità di configurare il port forwarding sul router, una delle soluzioni più pratiche è il reverse tunnel con ssh. Il problema è che bisogna disporre di un altro host con IP publico o portforwardato dove gira sshd (l’host in the middle) e questo non sempre è possibile. Fortunatamente ngrok si occupa di fare la macchina in the middle gratis. Basta scaricare il programma, disponibile anche per piattaforme arm (quindi per raspberry pi, banana pi, ecc), e iscriversi al sito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...